Frico alieno

Posted on 25 ottobre 2015

0



Questo post anche su lookande.

Non sempre il viandante raggiunge locande di lustrini. A volte vira verso mete note ma dimenticate, per disabitudine. E così eccoci Ai Cacciatori, frazione di Cerneglons, il tempio del frico.
Potrebbero essere i Sessanta, ci fosse fuori anche solo una Fulvia. Devi entrare per capire. Legno intatto nei decenni, portacappotti attaccati a dove mangi, fetta di salame che può infilarsi in una tasca, bicchieri del Clinto che fu, pane che produce migliaia di briciole.
E il frico a palla.
Lo guardi con gli occhi pallati, cala come un’astronave, potrebbero uscire gli alieni, forse escono davvero, ma te ne fotti, lo mangi a spicchi, la palla si sgonfia, scrocchia fuori, accarezza dentro. Non partecipano le patate, ma non trovo un modello per spiegarlo: è il frico di Cerneglons.
Il resto viaggia con minore impatto, ma comunque soddisfa. Orzo e fagioli, musetto e fagioli, frittata alle erbe sono i piatti da consigliare in compagnia dell’Imperdibile. Vino color Clinto, anche la Carlsberg, chiusura, per chi evita i dolci, con un limone (letterale) riempito di limone (gelato).
Servizio della signora Leonda, sorella del titolare, da standing ovation. Prezzo che sei costretto alla mancia perché si sono senz’altro sbagliati.

Annunci
Posted in: Locande