Li rombavano via i Tar

Posted on 15 ottobre 2014

0



Accade oggi che la Regione Friuli Venezia Giulia, che avrebbe voluto declassare prima del tempo le sue quattro Province (attraverso elezioni cosiddette indirette, la ragazza dietro al banco di Chions – birra chiara e Seven Up – ringrazia per la chiarezza), incrocia una triade di magistrati del Tar che glielo impedisce. Convinta di avere ragione, la Regione (o meglio la parte della Regione, maggioranza, che le Province non le digerisce, gli altri, minoranza, dicono il contrario ma solo perché gli fa comodo) si affida quindi ai magistrati del Consiglio di Stato per poterla spuntare. Nell’attesa che la Corte costituzionale – che però interverrà dopo il Consiglio di Stato perché il Tar spiega che non ha tempo per farlo prima (¿Por qué?, ¿Por qué) – stabilisca se è legittimo oppure no il ricorso prodotto dalle Province che si affidano a egregi costituzionalisti (tradotto: la Regione chiede alla Corte costituzionale di bocciare le tesi dei costituzionalisti perché evidentemente la Carta è come Sliding doors), noi ci ascoltiamo in loop questo pezzo. Certi di vivere in un paese di matti ma tanto, tanto divertente.

Annunci
Posted in: Politica