Italia 2090

Posted on 8 settembre 2014

1



L’inutilità di Luca Cordero di Montezemolo “direttor. dott. ing. gran. ladr. di gran croc. pezz. di merd.” (cit.) è acclarata da quando, tra gli Ottanta e i Novanta, fece realizzare gli stadi più orrendi del pianeta e devastò la Giuve (la Giuve!!!) dai piani della presidenza.
Stupisce solo chi non conosce questo paesucolo che quegli conquisti ancora titoloni sulla stampa di regime e no pur essendo vecchio da allora e invecchiato nel frattempo. Fatto e finito (come peraltro vorremmo essere noi, sia chiaro).
Ha fatto di tutto, LCdM, perfino i trenini. Gli è mancato solo lo sbarco in politica per completare il nulla di una vita meravigliosa. Quella in cui è sembrato sport (causa media) quello che sport non è: il mondo del motore. Non a caso nell’ultima classifica del gabbianone compaiono Nuvolari e Valentino: due pittori, non due piloti.
Raccomandato sin dall’asilo, l’affossatore della Giuve è stato il più testa di Casta di tutti. Mai sopportato: non a caso spingevo da gufo qualsiasi macchinina non fosse rossa. Mi è toccato pure chiedere, per lavoro, «che ne pensa di Montezemolo?», come se il tema fosse una prospettiva. Per fortuna no. Per fortuna qualcuno rileva che siamo realmente al perdente di successo. Anche se, mannaggia, con la buonuscita doc si potrà permettere fuochi artificiali di vaccate di qui a Italia 2090.

Annunci
Posted in: Il Male