Leo

Posted on 31 maggio 2013

1



Ai nostri microfoni Gianfranco Leonarduzzi, responsabile di un blog che seguo con attenzione.

Ha fatto scalpore l’intervistata del gabbianone a Zanolla-Arduini. Che dicono: “Scandalo Nistri, uomo di Blasoni”. Sei d’accordo?
Non è uno scandalo, è la normalità. Non capisco perché si scandalizzino ancora.
Forse perché Zanolla non capisce nulla di politica?
No, no. Capisce troppo di politica perché capisce di economia. Ma Blasoni, che è un teorico del ricambio, e giovanilista qual è visto che ha il complesso di Peter Pan, ha scelto un 71enne. 71+5=76. Questo è il nostro assessore provinciale alla cultura. Alla faccia del rinnovamento.
Mi fido dell’età. Perché si è scelto così?
Perché serviva una pedina in giunta provinciale.
Utile a che cosa?
A controllare correnti e rapporti di forza all’interno del partito.
Zanolla parla di Bosetti. Io, onestamente, non so chi sia.
Bosetti è consigliere comunale. Lorenzo Bosetti, 160 preferenze, deve essere capogruppo del Pdl a Palazzo d’Aronco.
161, l’unica cosa che so perché mi informo. Perché non sarà capogruppo?
Perché sarà Enrico Berti.
Amico di Zanolla.
Amico e collega. Persona capacissima.
Ma?
Perché non cogliere l’occasione e affidare l’intero centrodestra a Bosetti, pure il gruppo monocellulare della Lega di Mario Pittoni. Bosetti si faccia le ossa, impari.
Gottardo avrebbe dovuto dimettersi?
Subito.
Subito quando? Dopo le comunali di Trieste?
Non era gestione sua. La vicenda Antonione è nata dall’alto.
Da Berlusconi?
Sì.
Berlusconi dovrebbe fare l’allenatore del Milan?
Lo sta già facendo. Allegri, Capello, cosa cambia? Lo stesso vale per il partito. Quelli del Pdl sono singolari.
Nel senso?
Dicono che il nuovo coordinatore regionale lo nomina Berlusconi.
Quindi?
Quindi perché aspettare Berlusconi? Il coordinatore regionale potrà ammettere di avere delle responsabilità? Se uno fa politica, abbia il coraggio di dimettersi quando l’impresa fallisce.
Romoli?
L’ultimo avamposto.
Trovo Ziberna super.
Persona eccellente.
E allora chi ha fallito?
Con Tondo abbiamo fatto Bingo. Dicano basta. Pure la corte dei miracoli. Favoriscano il ricambio, hanno avuto troppo dalla politica, hanno avuto soldi.
Fuori i nomi.
Gasparutti, Carbonara. Io capisco che Tondo si vergogna di parlare di friulano.
Cosa c’entra?
Un vicentino, dopo aver fatto 5 anni il portavoce, bene o male non importa, viene reintegrato a Palazzo. E Gasparutti, che si è fatta battere da un sindaco di San Leonardo, è pure recuperata. E Colautti dice che “dobbiamo bilanciare”. Ma noi abbiamo gente che ha fatto 5 anni a spese dei cittadini. Basta, ri-cam-bio. Obama ha vinto sul change. Come pensano di fare politica senza sapere quante aziende hanno chiuso nel trimestre?
Chi vedresti al posto di Gottardo?
Voterei Zanin.
Che ha avuto problemi con la Exe.
Chi non ha avuto problemi.
Io.
Ma chi fa qualcosa nel pubblico e nel privato, quanti avvisi di garanzia arrivano?
E Ziberna, il mio preferito?
Zanin, Ziberna, i sindaci devono prendere in mano il partito.
Ziberna non è sindaco. E Zorro?
Zorro andrebbe da García.
Tra 5 anni il centrosinistra a Udine sarà battuto?
No. Hanno una foltissima schiera di giovani rampanti.
Lerussi? L’hanno messo in segreteria Pd in Regione, hai saputo?
Nessuno si scandalizza. Mi meraviglio che Arduini, presidente dei consiglieri regionali in pensione, come dicono loro perché dire “vi-ta-li-zio” si vergognano, e Zanolla si scandalizzino di altro.
I vi-ta-li-zi predicano bene e razzolano male?
Malissimo. Ma noi ci divertiamo perché sono terrorizzati. Consiglieri regionali hanno chiesto un rimborso per 4 euro, 4 caffè. Ho visto lo scontrino. Ver-go-gna. Da impiccare.
Non esageriamo.
Ok.
Lerussi?
Perché il Pdl non apre bocca su Lerussi che viene ripescato nella segreteria Santoro? Colautti, Riccardi, Blasoni, Anzit, dove sono?
Omissis.
Perché non si scandalizza Paride Cargnelutti?
E che ne so.
Più perdi e più guadagni.
Gottardo resta a vita?
Sì, perché sono pavidi.
Ma Berlusconi non dice nulla? Si limita ad andare a cena con Allegri la prossima settimana?
Un coordinatore regionale che, a ridosso del voto, scambia il sindaco di Tarvisio per quello di Cividale…
C’ero. Un lapsus. Era stanco.
Fa solo quel mestiere. Tu sbagli mai?
Sul lavoro mai. Quella sera, avevo 39, Là di Moret, Riccardi uscì per protesta all’annuncio di Tondo a favore di Ioan.
Riccardi si incazzò, e fece bene. Chi era coordinatore regionale: Gottardo o Tondo?
Perché Riccardi non ha fatto l’anti-Honsell?
Gli manca il quid per fare il politico.
Pavido anche lui?
No, ha il paracadute di Autovie. Il resto non gli cambia la vita.
I 7mila voti però sono un merito o una conseguenza?
Sono tanti. Ma in politica i rapporti di forza non funzionano.
Eh?
Aldo Moro governava la Dc da minoritario. Attenzione: la politica è brutale. Biasutti, per questo, rimase isolato.
C’è un Biasutti oggi nella politica friulana?
Assolutamente no.
Un Saro?
Magari, viva Ferruccio.
Non mi hai però detto chi sono i successori di Honsell, questi fenomeni che batteranno il centrodestra.
Ne hanno tantissimi. Pirone? Venanzi? Giacomini? Maio? Un giardino. Una palestra. Pronti, ambiziosi.
Sai che Giacomini fu un mio allievo quando facevo un altro mestiere? Sono diventato comunista?
No, no. E’ diventato intelligente lui perché ha utilizzato le cose che gli hai insegnato.
Amen.

Annunci
Posted in: Politica