Non benissimo

Posted on 28 maggio 2013

0



E’ un’Italia di pazzi. Lo Stato aumenta l’Iva di un punto puntando a 3 miliardi di gettito tributario in più e si ritrova invece con 300 milioni in meno.
Il popolo non dà miglior esempio. A febbraio fa freddo e vota in massa per Grillo. A maggio fa ancora freddo, ma vota per Grillo come si trattasse di un Fini qualsiasi (un Fini al top, sia chiaro, non quello Finito degli ultimi tempi). Schizofrenia elettorale.
Grillo, da parte sua, non brilla. Non si è mai visto nella storia della politica italiana un movimento che perde il 50% dei voti in due mesi. Eh, ma è colpa dei giornalisti.
Pd e Pdl, nel frattempo, ci hanno letto e si sono messi assieme. Strada obbligata per depotenziare Grillo, che ci ha messo del suo ed è sostanzialmente finito anche lui (esistera ancora per un po’, ma non ha più alcuna possibilità di dire un giorno «Ciao mamma, sono contento di essere arrivato uno»). Ma, oltre a quello, avevamo suggerito di cambiare la legge elettorale in una settimana. Sono ancora lì che cazzeggiano, ridicoli.
Pure Renzi ha perso l’attimo. Non l’avremmo mai detto, e un po’ ci dispiace. Adesso sarà difficile ritrovare il momento. Ma è giovane, si farà.
In Fvg impera il perbenismo. E il trasformismo. E il trasversalismo. Lo troviamo disdicevole. L’opposizione di un amen fa è diventata la maggioranza di oggi e, come prima, si ritrova con il commissario in A4, senza soldi per politiche di sviluppo e con trombati e trombatini da piazzare. E Renzo Tondo, storia di oggi, dà colpa alla stampa per la sua sconfitta. Ce robis.
Intanto Nibali ha vinto il giro d’Italia nella disciplina sportiva più affine al wrestling. La Gazzetta dello Sport l’ha definito epico. Sono le prime due lettere che ci preoccupano. Sappiamo come va a finire di solito.

Annunci
Messo il tag: , , , , ,
Posted in: Politica