Tra paradiso e Belen

Posted on 9 marzo 2013

2



Dopo una settimana passata tra ladri e barboni, un’ora e un quarto di freschezza. Mi hanno richiamato, come da mio auspicio e nuovamente stupito. Il “Campionato italiano del gusto” opponeva stavolta la Roma (“Ai Spaghettari”, con Angelo Onofri) all’Udinese (“Lo Storione” di Prata di Pordenone, con Giacomo Buzzi). Ha vinto Buzzi (316-303) e non contesto, anche se nel mio personalissimo cartellino c’era un punto in più (18-17) per Angelo, la fotocopia vivente della Matriciana.
Il romano, scontato, ha presentato i “Rigatoni alla Matriciana” (la cipolla c’era), un misto tra il paradiso e la Belen. Ma in precedenza non era stato meno ficcante Giacomo, con il “Magatello di vitello con sclùpit, asparagi, pomodorini e scaglie di Travesio”, piatto di stupefacente varietà e spiccato sapore di primavera. Vini di Castelvecchio (Malvasia e Terrano), dolce (Colomba) della pasticceria Giada di Tricesimo.
Idea da Oscar (è confermato) di Turismo Fvg. Edi Sommariva (con figlia e genero) a fare, al solito, da delizioso padrone di casa. Elisa Sabot a dirigere la comunicazione. Walter Filiputti a illustrare i dettagli. Noi a mangiare a votare. Ladri e barboni affanculo.
Ospite d’onore, gabbianone a parte, Gioacchino Bonsignore, il conduttore di “Gusto” (Canale 5).

Annunci
Posted in: Volare