I puzzoni

Posted on 7 dicembre 2012

1


zan leoSenza dissociarci, perché non temiamo nessuno, chiariamo che il termine «puzzone» è un complimento per il “puzzone di Moena” (in ladino spretz tzaorì, ossia formaggio saporito), formaggio da tavola tipico di Moena e, più in generale, della Val di Fassa e della Val di Fiemme.
L’intervista è doppia: Z è il sindaco entrante, L è L.

Pescherie al posto dei teatri?
Z La cultura sono le persone che si comprano un libro, leggono 4-5 quotidiani, non quelli che vanno a teatro per farsi vedere. Il deficit dei teatri non può esistere.
Quindi tu a teatro non vai?
Z Io leggo 6 quotidiani ogni mattina. Le persone che alla sera passano ore e ore a leggere libri: quella è cultura. Non farsi vedere in pelliccia a teatro.
Tu hai detto che il Css ha assunto 16 persone.
L Certo, è così. Lo certifico. Non si possono assumere, creando illusioni, persone nel settore cultura. Non si può trattare di posti di lavoro fissi.
Perché come dice ogni volta il sindaco entrante…
Z Bisogna andare a dormire con la preoccupazione che il giorno dopo il posto di lavoro non c’è. Precariato per tutti.
L Flessibilità, non precariato.
Z No, no. Eliminazione del posto di lavoro a tempo indeterminato. Esiste solo il lavoro precario.
E il merito?
Z Se uno ha le capacità, lavora. Se non le ha, sta a casa.
In 16 al Css, mica pochi?
L Il problema non è questo.
Z Honsell vuole spendere 400mila euro per l’acquisto dell’Odeon, 1 milione per ristrutturarlo.
La pizzeria?
Z (Ride).
Sai che fanno pizze da Oscar, ma quanto le compri per trasporto il cartone costa 0,30?
Z Il titolare dell’Odeon è mio amico, ma io amo pizzeria viale Venezia.
Non è una pizza, è una pietanza.
Z No, no, fantastica.
L Ammortizzatore sociale.
Eh? De Anna che scende da 34 a 12 milioni se la può cavare?
L No, quello che la gente non ha capito: la scorsa settimana al Visionario, i puzzoni della cultura…
Z Condivido.
L Hanno detto che i 9 milioni recuperati in aggiunta sono troppo pochi. Ma perché non diamo 9 milioni alle imprese che creano posti di lavoro?
Z Son d’accordo con te.
L Sono troppo pochi, hanno detto al Visionario. Gravissimo. La cultura è sangue, passione, voglia di fare.
Z E comprare i giornali.
L La cultura non può essere Cesare Lievi che arriva perché è amico dell’assessore alla cultura Reitani.
Il povero Mino.
L Il germanista Reitani.
Quindi?
Z La cultura uno se la fa da solo. Sono parassiti.
Ma chi?
Z Non esiste che dobbiamo spendere 34, 21, 12 milioni di euro. Quei soldi servono per far ripartire l’economia. Ci sono famiglie senza lavoro. Il 2013 sarà un disastro.
L Il Giovanni da Udine ha perso quasi 2mila abbonati.
Z E i 700 che restano sono i soliti vip. Fuori dai coglioni.
Basta, tu non vai a teatro.
Z Ma ho sempre fatto beneficienza.
Al teatro? Sei un coglione allora.
Z Non vado perché non voglio farmi vedere. Do solo soldi.
Sei il Berlusconi di Udine, diciamolo.
Z No, sono il Zamparini di Udine.
Chi paga?
Pago mi.

Annunci
Posted in: Udine