Cagotto (o malocchio?)

Posted on 6 dicembre 2012

2


moshNel totale rispetto del racconto, le frasi dell’intervistato contengono autogol sintattici.

Moshur, dai, raccontaci com’è andata in Bangladesh.
No, no, no, poi lo scrivi sui giornali.
Magari. Dai, racconta.
Mi hanno fatto il malocchio.
Moshur, no cazzate. Chi?
Qualche parente, qualche vicino.
Ma smettila. Perché?
Perché è invidioso. Non voleva io sto bene, mi sposo, mia famiglia tutta allegra, contenta. Hanno fatto questa cosa che così non riesco a sposarmi.
Ma avevi detto che non l’avevi sposata perché era giovane, una quindicenne.
Anche per quello. Ma poi c’era gente che parlava male di me. E ha voluto che questa roba non succeda.
Quando ti sei accorto che ti avevano fatto il malocchio?
Ultimo giorno prima di partire. Ho raccontato a mia madre e mio padre: ma come mai questa storia.
Che storia?
Da uno, due giorni non riesco a dormire, non ho sonno, non mi viene fame. E mi brucia sempre pancia, sento come devo andare in bagno, vado lì e non succede niente.
Mal di testa?
Testa caldo come una termosifone. Sotto ginocchio, piedi, sempre brucia come calore 30-40 gradi.
Che cazzo ti sei fumato? (chiede Susy dal trespolo)
Niente.
Che cazzo ti sei fumato?
Niente. Io sono una persona mai fumato in vita mia, non mi drogo.
Negli ultimi due giorni non riuscivi ad andare in bagno?
Ma anche tutto mi bruciava. E non avevo fame. A mezzogiorno mangiavo una forchetta di riso.
Un virus gastrointestinale?
No. La mattina prima di partire sono andato da una persona che sa.
Chi?
Uno che loro sanno questa roba.
E cosa ti ha fatto?
Mi ha messo due gocce d’olio sull’ombelico.
Extravergine?
Sì, una roba del genere.
E quindi?
E quindi ha tirato fuori tre taweez, sai i taweez.
Che cavolo stai dicendo Willis?
Dai, i taweez. Tre prodotti che loro hanno fatto questo malocchio.
E quindi???
Dopo dieci minuti il mio corpo è diventato leggerissimo.
Come prima?
Come prima. Sono tornato a casa, fatto la doccia, mangiato un piatto di riso e tornato in Italia.
Ma come te l’avevano fatto il malocchio?
Quando tu vai casa di parenti, non ti accorgi e ti mettono qualcosa nel cibo.
I taweez?
Come ti spiego. Piccoli biscotti.
Cioè biscotti dall’ombelico???
Sì, certo.
Ma chi ti ha mandato dal cava-taweez?
Mia madre e mio padre. Mi han detto vai da quello signore.
Non ti credo. (Susy molto perplessa)
Neanche io Susy. In questo mondo, nel 2012, non ci credevo. Ma è successo.
Come stai adesso?
Benissimo. In Bangladesh avevo perso 5-6 chili. Ora sono come nuovo.

Annunci
Posted in: Eventi