Mario Brega

Posted on 28 novembre 2012

0


Il Doc mostra as usual di conoscere a memoria tutti i film del mondo. Ecco il suo intervento su un momento udinese.

Entrato al Retro in un tardo pomeriggio di pioggia battente, tra un prosecco-aperol e un triangolino piccante, tra il malfunzionante i-Pad del sindaco e la nuova barista, improvvisa l’apparizione di una barba bianca su un volto tendente al rubizzo (forse per il calice di Friulano nella destra)… basta un attimo per metterlo a fuoco, le sinapsi fanno contatto e… non è possibile! Mario Brega!!!
Il sosia, quasi perfetto, di uno dei più grandi caratteristi della commedia italiana degli anni ’80 e ’90. Invariabilmente presente nei film di Verdone (il vero Verdone, prima di un precoce invecchiamento arrotolato sempre sullo stesso personaggio): una volta nelle vesti del camionista che fa l’intramuscolo a sora Lella («Questa mano pò esse fero e pò esse piuma… oggi, è stata ‘na piuma»), una volta in quelle del padre sconsolato di un’improbabile hippy («A’ zoccolè… io nun sò communista così… sò communista cosììì!!!»). Sempre romanescamente sopra le righe, sempre esilarante; ma mai come in “Borotalco”, irripetibile pizzicagnolo-boxeur che vende er presciutto dorce come zucchero e le olive… gggreche.

Annunci
Posted in: Udine