Garantisti sempre

Posted on 24 ottobre 2012

0


BOLOGNA – Zoia Veronesi – la storica segretaria del’attuale leader del Pd, Pierluigi Bersani – è indagata per truffa aggravata ai danni della Regione Emilia Romagna nell’ambito di un’inchiesta nata nel 2010 da un esposto del deputato di Futuro e Libertà, Enzo Raisi. Nei giorni scorsi il pm, Giuseppe Di Giorgio, le ha inviato un avviso di garanzia con l’invito a rendere interrogatorio. Veronesi, assunta dalla Regione Emilia Romagna, venne distaccata da viale Aldo Moro a Roma per intrattenere rapporti con il Parlamento. Le indagini della Guardia di Finanza non hanno però trovato traccia del tipo di attività che avrebbe svolto per conto della Regione tra il 2008 e il 2009. Di qui l’ipotesi d’accusa: Veronesi avrebbe percepito indebitamente soldi dalla Regione per circa un anno e mezzo. (da Corriere.it)

Riceviamo e, volentieri, pubblichiamo (peraltro modificando a tratti la punteggiatura).

Il problema della politica in Italia: se un’ex rifondarola doc (la scrivente) si trova d’accordo, anche solo a spot, anche superficialmente, anche solo a tratti, con un ex assessore che è riuscito a barrare, nell’urna, foss’anche una volta sola (ma dubito), la casella Lega Nord…vuol dire che non funziona un cazzo… Che l’ideologia è davvero morta, uccisa e sacrificata al fancazzismo globale!!! E questo è davvero gravissimo!!!

Annunci
Posted in: Politica