5 luglio 1982

Posted on 5 luglio 2012

3


A un certo punto, a sinistra del teleschermo, vertice destro offensivo dell’area, Zico, palla al piede, ipnotizzò Gentile. Lo ricordo come adesso, era trent’anni fa. In quell’attimo ho conosciuto il terrore. Non era armato, Zico, ma sembrava Hannibal.
Quel pomeriggio capii per sempre il calcio. La squadra più forte di tutti i tempi battuta. A casa. Paolo Rossi, grandioso attaccante di poca stazza e ginocchia ferite, segnò pure un gol da fuori area, come se Inzaghi F. avesse mai dribblato qualcuno: non può essere accaduto.
Quando, dopo l’1-0, Socracish mise a sedere Zoff, il mondo si attendeva la goleada. Il flipper, invece, mi si presentò davanti in tutta la sua devastante potenza. Questo è il film che mi ha fatto diventare adulto.

Annunci
Posted in: Calcio