Ti chiamo tra poco

Posted on 10 marzo 2012

3


Non meno delle segretarie, anche le portavoce dei politici sono il Male. Non generalizzo, parliamo di quelle che contatto io, quasi tutte. Le ultime due, per par condicio non possiamo citare solo quella di Maroni, pari sono. L’una risponde tirandosela anche dal «pronto», l’altro parendo gentile ma, nella sostanza, producono entrambe il nulla.
Promettono e non mantengono. Spariscono. Non portano voce. Non rispondono nemmeno a cortesissimi sms, saranno rimaste senza credito. Ah, la seconda è quella di Alfano. Angelino Alfano, il post-Berlusconi, sono quelli famosi per la comunicazione. Mi viene spiegato: «Sono troppo disponibili, non riescono con tutti». In realtà non hanno altro da fare che dire «sì» o «no». Non è tanto difficile a 100mila euro all’anno. Invece allungano, posticipano, rimandano. E infine svaniscono. Le detesto ma nemmeno troppo. Sono molto peggio i resoconti che cercano di non raccontare le cacche. Invano, visto che gugolando si viene a sapere. Tutto.

Posted in: Il Male